Sabato 5 maggio inaugurazione del Giardino Ritrovato de‘ Pappagalli

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email

Dopo i lavori di recupero e di riqualificazione realizzati dal Comune di Pistoia, sabato 5 maggio l’area verde tra via dei Pappagalli e le scuole Roncalli-Galilei sarà ufficialmente restituita alla città.

All’inaugurazione delle 11,30 saranno presenti il sindaco Alessandro Tomasi, l’architetto Lorenzo Pelamatti e il Capo tecnico del reparto verde pubblico Stefano Baroni, oltre all’Orchestra delle classi terze dell’Istituto Cino da Pistoia.

La città avrà un nuovo giardino con aranci, olivi e un piccolo vigneto a pochi passi dal centro grazie al lavoro di bonifica, ripulitura e ripristino dell’area che adesso prende il nome di “Giardino Ritrovato de’ Pappagalli”, perché dopo decenni, e a seguito dei lavori comunali, la città ritrova e riscopre finalmente quella che, negli anni successivi al Secondo Dopoguerra, fu uno dei luoghi più vissuti dai pistoiesi durante le serate estive.

«Dove solo fino a pochi mesi fa c’era un’area incolta e in stato di abbandono – dichiara il Sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi – adesso c’è un giardino pubblico a disposizione dei cittadini che è stato restituito alla città grazie ad un progetto curato nei minimi dettagli e realizzato, in questi ultimi mesi, dal personale comunale, che ringrazio. Lo stesso recupero – sottolinea il Sindaco – sarà presto fatto anche a Bottegone, nell’area verde vicino alla scuole. L’impegno dell’amministrazione sulle zone verdi, dunque, continua attraverso progetti concretamente realizzabili, come dimostra il Giardino Ritrovato che da domani sarà aperto al pubblico».

Sull’area che circondava il bastione Tyron, vicino a Villa Baldi Papini, è stata fatta un’opera di bonifica per liberare la zona dalla vegetazione infestante, con il recupero di un grosso platano e di un olmo. Sono stati inoltre ripuliti i tratti delle mura confinanti con il nuovo giardino. Si è trattato di un’operazione di grande portata, visto lo stato di incuria in cui versava l’area. A seguito della bonifica, i giardinieri del Comune hanno provveduto ad eliminare le ceppe e a livellare il terreno. Proprio a seguito di questi lavori, sono riemerse due superfici pavimentate: una in cemento e l’altra rivestita in mattonelle di graniglia che era usata alla fine degli anni Sessanta come sala da ballo per il locale “Le Follie Estive”. I lavori sono poi continuati con il posizionamento dei cancelli su entrambi gli accessi (via dei Pappagalli e scuola media), la recinzione dell’area, la realizzazione dei vialetti (compreso quello di accesso con pietra antica), la semina dell’erba e la piantumazione di alcuni arbusti. Nel Giardino Ritrovato sono stati piantati aranci, olivi e anche delle viti.

L’opera è stata realizzata con un contenimento massimo dei costi. La spesa complessiva è stata infatti di circa 7mila euro.

In occasione dell’inaugurazione a cui prenderanno parte anche gli studenti pistoiesi, sarà illustrato nei dettagli il progetto complessivo del giardino e i lavori che hanno permesso di arrivare alla sua apertura, che segue quella del Bosco in città inaugurato lo scorso ottobre.





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 04/05/2018 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!