‘Lottavano così come si gioca. 50 anni dal ‘68‘. Il programma della rassegna

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email


In occasione dei cinquanta anni dal 1968, periodo di grandi trasformazioni culturali e sociali non solo in Italia, il Comune di Pistoia con l’Università del Tempo libero e in collaborazione con Uniser, MEVannucci arte contemporanea, Centro Documentazione di Pistoia e Mabuse Cinema – Cinema Roma, organizza una rassegna di eventi dal titolo “Lottavano così come si gioca. 50 anni dal ‘68” con l'obiettivo di mettere in risalto alcuni fra gli aspetti che hanno caratterizzato gli anni intorno a quella data: le canzoni impegnate, le discussioni politiche appassionate fra anime diverse, le immagini di repertorio per un passato ancora attuale, le parole che segnarono un decennio.

Dopo cinquant’anni, dal 16 al 23 novembre, alcune iniziative ricordano quegli anni che furono ricchi di scoperte culturali, di progetti, di sogni, di fiducia nel futuro ma che furono anche confusi, contraddittori e tumultuosi.

Il primo appuntamento è venerdì 16 novembre alle 21, al MèlosLo Spazio delle Musiche in via dei Macelli con “Ferro e Carbone” il concerto di Tiziano Mazzoni & Band che interpreta la questione sociale da Dylan a De André. Sul palco Francesco Bocciardi (chitarra elettrica, dobro, mandolino), Maria Grazia Campus (voce), Luigi Giuliani (violino), Andrea Marianelli (basso), Tiziano Mazzoni (voce, chitarra acustica, armonica), Marco Soldaini (batteria). Per l’occasione saranno esposte alcune copie di manifesti d’epoca gentilmente concessi dal Centro Documentazione di Pistoia.

Si prosegue sabato 17 novembre, ore 17, presso l’Aula Magna di Uniser in via Pertini con la conferenza “Il 1968 ha trasformato il mondo?” Intervengono Marco Boato e Marco Tarchi. Introduce e coordina Andrea Fusari. Porteranno il loro saluto un rappresentante dell'Amministrazione e Alessandro Pagnini, presidente di Uniser.

Domenica 18 novembre alle 18 nella MEVanucci arte contemporanea avrà luogo il reading di Alessia Innocenti “Dolores Ibarruri versa lacrime amare” tratto da “Il gioco del rovescio“ di Antonio Tabucchi.

La rassegna si conclude venerdì 23 novembre, alle 21.15 al cinema Roma in via Laudesi con l’incontro con il regista Silvano Agosti. A seguire sarà proiettato il film-documentario “Ora e sempre riprendiamoci la vita”.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero ad eccezione dell’ultimo che prevede un ingresso di 5 euro.





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 14/11/2018 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!