Convegno ‘Costruire risposte integrate: la nuova progettazione sociale sul territorio pistoiese‘

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email

Un bilancio dell'assessorato alle politiche di inclusione sociale del Comune di Pistoia con i risultati delle attività svolte dal servizio nel biennio 2017-2018. E' questo l'obiettivo del convegno dal titolo “Costruire risposte integrate: la nuova progettazione sociale sul territorio pistoiese” in programma venerdì 5 aprile dalle 9 alle 17 al Teatro Bolognini.

I dati, sintetizzati in una piccola pubblicazione di facile lettura che sarà consegnata a chi parteciperà all'iniziativa di venerdì, illustrano la dimensione quantitativa e qualitativa del lavoro svolto dal servizio delle politiche di inclusione sociale per ogni singolo progetto a sostegno dei cittadini e i finanziamenti erogati dall'Amministrazione per realizzarli.

Il convegno, organizzato dal Comune di Pistoia e Anci Toscana (settore welfare, politiche sociali e servizi alla persona) in collaborazione con Cooperativa Arké e Manusa, sarà aperto dai saluti del sindaco di Pistoia e di altre istituzioni. A spiegare i motivi della giornata sarà la vicesindaco e assessore alle politiche di inclusione sociale e responsabile Anci Toscana del settore welfare, politiche sociali e servizi alla persona. Modererà gli incontri Simone Naldoni di Anci Toscana. Seguiranno diversi interventi con Chiara Pierotti, dirigente del servizio politiche di inclusione socialesu “I luoghi del Sociale e la rete dei Servizi”. Dopodiché sarà la volta di Marilena De Salvatore (servizio politiche di inclusione sociale) riguardo a “Il Servizio Sociale Pistoiese: modelli organizzativi in risposta ai nuovi bisogni e presentazione dati biennio 2017-2018”. Dopo una pausa, intorno alle 11.20 riprenderanno gli interventi con Maria Gatti, del servizio politiche di inclusione sociale sul “Sistema informativo dei servizi sociali e percorsi di inclusione”; poi toccherà a Valentina Pisaneschi del servizio politiche di inclusione sociale con “Buone prassi dell’abitare inclusivo”. Seguirà, intorno alle ore 12, l'intervento di Federico Grassi della Cooperativa Arké di Pistoia sul tema “Strumenti integrati e approccio multidisciplinare in risposta ai bisogni complessi. Percorsi di inclusione sociale (PISOLA)”. La conclusione della prima parte del convegno toccherà a Alessandro Martelli dell'Università di Bologna con “La trasformazione dei sistemi di welfare”.

Dopo la pausa pranzo riprenderanno gli interventi, intorno alle 14.30 (moderatore Andrea De Conno di Anci Toscana). A aprire la seconda parte sarà Marta Tempestini del servizio politiche di inclusione sociale che parlerà di “Co-progettare come innovazione di sistema: l’esperienza del territorio pistoiese”. Dalle 15 alle 16.30 sono previsti tre interventi sulla “Programmazione e innovazione sociale alla luce dei nuovi processi di inclusione sociale e di contrasto alla povertà” con Roberto Rossini di Alleanza nazionale contro la povertà; Paola Garvin, dirigente settore Welfare e Sport della Regione Toscana e Alessandro Salvi, dirigente del settore innovazione sociale della Regione Toscana. Le conclusioni saranno affidate a Alessandro Martelli dell'Università di Bologna.

Di seguito alcuni dei dati che saranno illustrati durante il convegno al Teatro Bolognini.

Gli accessi al segretariato del servizio sociale professionale sono passati da 620 (2017) a 664 (2018), mentre le prese in carico da 388 (2017) a 459 (2018).

Servizi per minori e famiglie. Per quanto riguarda l'assistenza educativa familiare, nel 2017 sono stati 131 i minorenni seguiti (87 i nuclei familiari) passati nel 2018 a 156 minori (103 nuclei familiari) per una spesa complessiva nel biennio 2017-2018 di 378.410 euro. Per quanto riguarda l'accoglienza in strutture residenziali con interventi in aiuto di minorenni soggetti a provvedimenti delle autorità giudiziarie minorili (inserimenti extra-familiari, sostegno educativo per fare alcuni esempi) si è passati da 90 persone (donne e/o madri con figli) a 103 nel 2018. I finanziamenti per l'aiuto a minori e famiglie in difficoltà nel 2018 è stato di quasi 3 milioni di euro. Per quanto riguarda il Centro antiviolenza di aiuto donna si è passati da 92 donne nel 2017 a 99 donne nel 2018 per una spesa nel biennio di 91.509 euro.

Marginalità. L'albergo popolare di via dei Cancellieri (struttura per l'accoglienza notturna e di ospitalità di emergenza per persone in grave disagio sociale e emarginazione) ha ospitato nel 2017 165 persone (140 uomini e 25 donne), nel 2018 243 (208 uomini e 243 donne). La mensa Don Siro Butelli (gestita dalla Caritas Diocesana in collaborazione con il Comune di Pistoia) è aperta 365 giorni l'anno e ha erogato nel 2017 40.585 pasti, nel 2018 42.802.

Servizi per le persone anziane. L'assistenza domiciliare per garantire a anziani in difficoltà e famiglie con minori e adulti con disagio sociale aiuti direttamente a casa è stata finanziata con 435.773 euro nel biennio 2017-2018. Anche l'accoglienza in strutture residenziali per anziani non autosufficienti è aumentata per una spesa complessiva di 274.327 per gli anni 2017-2018.

Servizi per l'abitare. I contributi economici erogati a inquilini morosi incolpevoli nel 2018 sono stati 251.728, nel 2017 193.479. Per il bonus integrativo sul servizio idrico si è passati da 162.114 euro nel 2017 a 215.462 nel 2018. Aumenta anche l'assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica passando da 34 nel 2017 a 51 nel 2018.

La partecipazione al convegno è gratuita e prevede l’iscrizione inviando una mail a Anna Maggio a.maggio@comune.pistoia.it oppure Massimiliana Tellini m.tellini@comune.pistoia.it





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 03/04/2019 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!