Il Consiglio Comunale ha approvato il rendiconto 2018

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email

Il consiglio comunale ha approvato, nei giorni scorsi, il Rendiconto di gestione 2018.

I voti favorevoli sono stati 20 (Fratelli d'Italia, Pistoia Concreta, Forza Italia, Lega Nord e Amo Pistoia) e 5 i contrari (Pd).

L'assessore al bilancio del Comune di Pistoia, nel suo intervento davanti all'assemblea consiliare, ha sottolineato che il bilancio consuntivo arriva in consiglio comunale dopo l'iter in commissione consiliare e si chiude con un risultato positivo. «Abbiamo un avanzo complessivo di oltre 4,5 milioni di euro così articolati: l'avanzo per gli investimenti è pari a 1.255.000 euro, inoltre abbiamo una parte disponibile di 3.369.000 euro circa».

«Il 2018 è stato un anno positivo – ha continuato - che ha consentito di dare maggior respiro alla spesa e di programmare gli investimenti che saranno realizzati in questo anno e nel 2020». Riguardo agli oneri di urbanizzazione, l'assessore ha evidenziato «che è stato rispettato l'impegno preso all'inizio dell'anno e cioè di non destinare gli oneri di urbanizzazione alla parte corrente. Infatti a fronte di un incasso di 1.109.000 euro di oneri di urbanizzazione, i 500.000 euro, che originariamente erano stati previsti per la quadratura della spesa corrente, non sono stati utilizzati e vanno integralmente a confluire nell'avanzo impiegato per gli investimenti, per poter essere impiegati per il finanziamento della spesa in conto capitale».

L'assessore al bilancio ha poi proseguito parlando di buon andamento dell'indebitamento. «Nonostante l'accensione di un mutuo – ha spiegato - presso l'istituto per il credito sportivo di 820.000 euro destinato a finanziare la pista di atletica, l'indebitamento complessivo si riduce di oltre 4 milioni di euro arrivando a poco più di 81 milioni di euro rispetto a dati di partenza in cui si è toccato il picco, in particolare, nel 2008 con 122 milioni di euro.

«Il bilancio – ha concluso l'assessore - chiude con un avanzo positivo che consentirà di finanziare le opere pubblicheanche con maggiore coraggio e slancio rispetto allo scorso anno. Nelle prossime settimane porteremo all'attenzione del consiglio comunale una variazione sul bilancio di previsione 2019 con cui applicheremo una parte consistente dell'avanzo di Amministrazione per il finanziamento delle opere pubbliche».

Dopo la relazione dell'assessore al bilancio sono intervenuti i consiglieri comunali.

La capogruppo di Amo Pistoia ha sottolineato che «l'Amministrazione nel primo anno e mezzo della sua gestione ha ben operato, consolidando i risultati positivi già raggiunti anche dalla precedente Amministrazione, ma – sotto certi aspetti - a migliorarli. Nel 2017 l'avanzo disponibile era di 600.000 euro, nel 2018 è passato addirittura a 3.300.00 euro circa. I revisori dei conti hanno parlato di un bilancio sano. La parte più rilevante è che siamo riusciti a tenere in equilibrio il bilancio senza ricorrere alla parte corrente con gli oneri di urbanizzazione come invece è accaduto in passato, come ad esempio nel 2016. A fronte di proventi di 1.290.000 euro furono destinati alla parte corrente ben 700.000 euro, una percentuale intorno al 55,8%». Un altro aspetto positivo del bilancio sottolineato dalla capogruppo di Amo Pistoia è che «siamo riusciti a diminuire la spesa del personale nonostante l'aumento per il rinnovo del contratto. Di fronte a un risultato di amministrazione che porta a una disponibilità di somme di circa 3 milioni di euro, questa Amministrazione deve avere il coraggio e distinguersi nell'iniziare a spendere e progettare, andando avanti con le opere visto che il bilancio consuntivo lo permette».

Il capogruppo della Lega ha sottolineato che «è stato con l'anno 2018 che l'Amministrazione ha potuto iniziare a lavorare fin dal primo giorno dell'anno in modo sistematico, iniziando a impegnare risorse in particolare su progetti che vedranno la loro realizzazione nel 2019 e 2020. La prima fase si è concentrata sul risparmio, adesso si darà il via agli investimenti. Seoggi c'è un avanzo di bilancio è perché l'Amministrazione ha completato una prima fase importante del risparmio per poi iniziare una seconda fase, quella di messa in pista di vari progetti sui quali si è lavorato nell'anno precedente. Tra i più importanti, già iscritti nel bilancio di previsione, alcuni impianti sportivi, le scuole, le asfaltature». Per quanto riguarda la spesa per il personale, il capogruppo della Lega ha evidenziato che «nonostante si cerchi un contenimento, la spesa complessiva ogni anno subisce un importante incremento dovuto al rinnovo del contratto, anche se continua una tendenza alla diminuzione sul totale del personale con un calo complessivo nel 2018 di 4 unità. Lo sforzo nel campo del personale che sta facendo questa amministrazione, che condivido appieno, è di una diminuzione sistematica del totale del numero degli addetti con una reintroduzione di figure strategiche soprattutto nei settori più sensibili e laddove è più necessario, come la parte tecnica fondamentale per fare le progettazioni».

Il capogruppo del Pd ha sottolineato che «il fatto che oggi si possa parlare di risorse da poter utilizzare per investimenti e per opere non è dato da un lavoro che viene da una settimana, ma da un'impostazione che viene da un po' più lontano. A volte ho l'impressione che questo bilancio, almeno a oggi, ha quasi una totale assenza di strategia e quindi ognuno lo spiega alla città a seconda delle proprie scelte politiche, lo spiega come vuole. A noi interessa una cosa: queste risorse che oggiabbiamo un po' di più – riconoscendo anche il lavoro svolto fin qui dall'Amministrazione attuale, - a noi interessa vedere come vengono utilizzate; a nostro avviso nel consuntivo, fin qui, è stato poco chiaro. Come questi soldi in futuro verranno davvero utilizzati, su questo si potrà fare un ragionamento sulle intenzioni e poi sugli obiettivi effettivamente raggiunti da questa Amministrazione». Il capogruppo del Pd ha infine evidenziato che «sulle famose 'piccole cose', spesso ho impressione che non ci sia una effettiva programmazione degli interventi; l'importante è che poi il metodo non sia quello di chi fa la foto migliore - tipo contest - su Facebook e poi si interviene di conseguenza con un grado di priorità alle soluzioni improvvisato alla settimana o alla giornata. Adesso abbiamo la possibilità di spendere qualche risorsa in più sugli obiettivi: a ora, però, la strategia non è chiara e attendiamo di vedere cosa si vuole fare della città».

Il capogruppo di Pistoia Concreta ha sottolineato che in consiglio comunale «l'assessore al bilancio ha usato due parole: slancio e coraggio. Per noi consiglieri di maggioranza che ci siamo proposti in tempi non sospetti con parole roboanti come cambiamento, rivoluzione, investimenti, spese e altro sentirlo oggi (18 aprile ndr) è un raggio di sole. Il dato oggettivo è che oggi (18 aprile ndr) l'assessore al bilancio, dopo aver preso confidenza con quella che era l'eredità che ci è stata lasciata, dice che noi abbiamo la possibilità di guardare al futuro con slancio e coraggio, partendo da un dato oggettivo che è quello di un risultato eclatante, ovvero degli investimenti del 2018. Il consuntivo degli investimenti del 2018, infatti, passa da un dichiarato del 7-8% a un 32%-33% e questo è un dato inconfutabile, che non si può contestare». Infine il capogruppo di Pistoia Concreta ha parlato degli oneri di urbanizzazione. «Il bilancio si chiude senza aver destinato oneri di urbanizzazione alla spesa corrente. Adesso dobbiamo riuscire a essere bravi a spendere le risorse; uno dei dati più significativi, infatti, è stata l'impossibilità o il non essere riusciti a spendere le risorse che avremmo potuto spendere. Decoro, sport e manutenzione: su questi aspetti è necessario accelerare».





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 30/04/2019 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!