Piano di riqualificazione di Bottegone, terminata la prima fase di incontri. I materiali sul sito

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email


Si è conclusa la prima parte di incontri a Bottegone per la presentazione del progetto di riqualificazione urbana della frazione.

Nel mese di ottobre sono stati quattro gli appuntamenti in programma. Lunedì 14 ottobre, nei locali della Capannina, l'Amministrazione ha incontrato il comitato “Bottegone al centro” per ripercorrere i punti considerati strategici per la frazione e valutare eventuali suggerimenti e indicazioni per l'attuazione dei progetti. L'appuntamento di mercoledì 16 ottobre al circolo Arci, aperto a tutti, ha, invece, illustrato lo stato di avanzamento dei progetti che fanno parte del piano di riqualificazione dell'area raccogliendo tutte le riflessioni, i suggerimenti e gli spunti provenienti dai cittadini presenti in sala. Poi è stata la volta dell'appuntamento di giovedì 17 ottobre alla Capannina con l'associazionismo locale, visto non soltanto come un punto di riferimento per i residenti, ma anche come realtà interessata ad affrontare e risolvere i problemi del territorio. Infine l'ultima iniziativa si è svolta il 22 ottobre alla Capannina, stavolta con le associazioni di categoria e le forze economiche e produttive della zona.

«Si tratta di un bilancio molto positivo – sottolinea l'assessore al governo del territorio Alessandro Capecchi -. Tanta la partecipazione di associazioni e cittadini che hanno portato le loro riflessioni, suggerimenti e spunti che permetteranno di costruire insieme il futuro di Bottegone. Dopo l'incontro pubblico di presentazione generale del progetto dello scorso 25 marzo, i tecnici comunali hanno proceduto a sviluppare le varie fasi progettuali delle opere pubbliche, dalla viabilità principale e di quartiere alle nuove piazze e il verde pubblico, per fare il punto sullo stato di avanzamento ai cittadini di Bottegone e ai portatori di interessi locali».

«Sono stati presentati, in particolare, i lotti già oggetto di gara – prosegue Capecchi - per quanto riguarda la viabilità e la mobilità dolce, mentre per il progetto dell'Asse dei Vivai si attende la conferma da parte di Società Autostrade per la realizzazione del progetto della terza corsia e del nuovo casello di Pistoia est. Questo perché gli interventi di miglioramento su via Fiorentina sono utili solo se il traffico pesante, in prospettiva, sia deviato sul nuovo asse e verso il nuovo casello. I lavori, in ogni caso, dovranno essere completati entro il 2023, sempre che il Governo confermi il nuovo cronoprogramma che abbiamo presentato proprio a seguito dei ritardi sui progetti di competenza della Società Autostrade».

«Finanziato dallo Stato – ricorda l'assessore al governo del territorio - nell'ambito del Piano Periferie, il percorso di confronto e di partecipazione dei cittadini si prolungherà fino alla piena attuazione del piano di recupero di Bottegone».

Chi fosse interessato a visionare slide e materiali progettuali presentati durante le assemblee e i verbali che riassumono gli argomenti discussi durante gli incontri a Bottegone può collegarsi alla pagina http://www.comune.pistoia.it/14228.





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 30/10/2019 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!